1 € a 10.000 €

Più opzioni di ricerca

1 € a 10.000.000 €

Più opzioni di ricerca
Abbiamo trovato 0 risultati. Vedi risultati
Ricerca Avanzata

1 € a 10.000.000 €

Più opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
Risultati della ricerca

Legge di bilancio 2021: in sintesi le novità sugli immobili

Pubblicato da EUROSERVICE Group on 29 Gennaio 2021
| 0

La legge di bilancio 2021 e le novità sugli immobili – indice:

Come ogni anno, con la legge di bilancio il Governo prende nuove misure idonee a favorire l’economia e lo sviluppo del paese ovvero corregge quelle che aveva già introdotto gli anni precedenti. Quest’anno, con la legge 178/2020, il legislatore si è concentrato  in particolare sulla proroga di una serie di misure economiche e fiscali introdotte durante lo scorso faticoso anno che l’Italia ha attraversato. Tra le varie misure non poche sono quelle che riguardano il settore immobiliare e sulle quali, dopo una breve panoramica generale, ci soffermeremo in questo odierno approfondimento.

Le novità sugli immobili della legge di bilancio 2021

Sono parecchie le novità in materia fiscale introdotte dalla legge di bilancio 2021 con riguardo ai beni immobili: dalle misure sui contratti di locazione brevi ai vari bonus edilizi, alle imposte indirette e al superbonus 110%. Di seguito illustreremo brevemente quali sono e come funzionano queste novità che andranno ad animare questo nuovo anno.

Locazioni brevi nella legge di bilancio 2021

Attenzione all’utilizzo del contratto di locazione breve a partire dal 1 gennaio 2021.

Per locazioni brevi si intendono tutti quei contratti di locazione della durata inferiore ai 30 giorni stipulati a scopo abitativo da persone fisiche al di fuori dell’esercizio di un’attività d’impresa. Tali contratti, con cui viene dato in locazione un immobile, non sono soggetti alla forma dell’atto pubblico o della scrittura privata. Possono pertanto in mancanza di tali suddette forme non essere registrati.

Il legislatore della legge di bilancio in particolare ha voluto dare maggior certezza alle modalità di utilizzo della locazione breve per scopo abitativo. A tal fine ha utilizzato un criterio quantitativo. Nella legge di bilancio ciò che è stato previsto è che si intende utilizzato nell’ambito dell’esercizio di un’attività d’impresa il contratto di locazione breve qualora lo stesso venga utilizzato per più di 4 immobili nello stesso periodo d’imposta.

Imu: immobili inagibili e altre novità nella legge di bilancio 2021

Il comma 1116 della legge 178/2020 ha introdotto per alcuni tipi di immobili stabiliti in determinati comuni italiani la proroga dell’esenzione Imu introdotta dal decreto legge 74/2012.

Si legge nella norma infatti che “Per i comuni delle regioni Lombardia e Veneto…e per i comuni della regione Emilia-Romagna interessati dalla proroga dello stato di emergenza di cui all’articolo 15, comma 6, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8, l’esenzione dall’applicazione dell’imposta municipale propria prevista dal secondo periodo del comma 3 dell’articolo 8 del citato decreto-legge n. 74 del 2012, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122 del 2012, é prorogata fino alla definitiva ricostruzione e agibilità dei fabbricati interessati e comunque non oltre il 31 dicembre 2021″.

Si tratta dunque di una disposizione volta a “dare respiro” ai proprietari di alcuni immobili che hanno subito in passato eventi catastrofici, chiamati anche immobili inagibili.

Bonus edilizi: proroga nella legge di bilancio 2021

Per bonus edilizi si intendono tutte quelle agevolazioni fiscali riguardanti:

  • interventi di riqualificazione energetica;
  • interventi di recupero del patrimonio edilizio (lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria);
  • il recupero delle facciate esterne degli edifici.

Le agevolazioni fiscali per tali interventi consistono in detrazioni dall’imposta lorda che variano dal 50 al 75%. La legge di bilancio 2021 ha prorogato tali misure per tutto il 2021 innalzando gli importi massimi su cui calcolare la detrazione di alcuni bonus come ad esempio quello per l’acquisto di mobili di cui tratteremo in apposito paragrafo successivo.

Tra i bonus edilizi poi si ricomprende anche quello previsto per le spese sostenute per le opere di sistemazioni di aree verdi private di abitazioni già esistenti. Tale bonus è anche chiamato “bonus verde“. L’agevolazione per tali opere è pari alla possibilità di detrarre dall’imposta lorda il 36% del valore delle spese ed è stata estesa alle spese sostenute per tutto il 2021.

Bonus idrico

A differenza delle altre misure di cui si va discutendo, il bonus idrico è una novità vera e propria della legge di bilancio 2021.

Il legislatore ha istituito “nello stato di previsione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, un fondo denominato «Fondo per il risparmio di risorse idriche», con una dotazione pari a 20 milioni di euro per l’anno 2021 per le finalità di cui al comma 62″. Con tale fondo vengono stanziati i soldi per contribuire alle spese di sostituzione di “vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari”.

Il bonus consiste nel riconoscimento di 1000 euro al contribuente persona fisica residente nel territorio dello stato italiano che sostiene tali spese come specificate nei successivi commi della norma.

Superbonus 110%

La legge di bilancio 2021 ha inoltre prorogato il termine ultimo per poter usufruire della detrazione al 110% al 30 giugno 2022. Ma c’è di più. Per i condomini è stata concessa la possibilità di usufruire della detrazione anche per le spese sostenute tra il 30 giugno e il 31 dicembre 2022 se lo stato di avanzamento dei lavori alla data del 30 giugno è di almeno il 60%.

Si ricorda che il superbonus è quella agevolazione fiscale introdotta dal Decreto Rilancio lo scorso anno e che ha risvegliato l’interesse di molti contribuenti per la sua appetibilità nonostante i non pochi ostacoli che comunque lo stato non risparmia mai di creare per la messa in pratica delle agevolazioni fiscali.

Terreni e imposte nella legge di bilancio 2021

Un breve cenno lo si vuole dare anche ai beni immobili costituiti dai terreni. La legge di bilancio infatti ha adottato delle misure agevolative anche per questa categoria di beni immobili.

In particolare l’agevolazione colpisce gli atti di trasferimento dei terreni che sono sottoposti al pagamento dell’imposta di registro. Tali atti infatti devono per legge essere registrati nella conservatoria dei registri immobiliari.  Come è ben noto inoltre scontano l’imposta di registro. Per il 2021 tuttavia la legge 178/2020 ha previsto che gli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni agricoli e relative pertinenze che non abbiano un valore superiore ai 5000e euro siano esentati dal pagamento dell’imposta di registro in misura fissa pari a 200 euro. Tale misura dà un piccolo sollievo ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli autonomi.

Bonus mobili

Tra i bonus edilizi possono essere fatti rientrare i bonus mobili. Di questi si teneva a dedicare un apposito paragrafo in quanto, oltre alla proroga per l’anno 2021, il legislatore ha innalzato il tetto di spesa.

Il bonus mobili consiste in una detrazione dall’imposta lorda pari al 50% da usufruire in 10 anni. È usufruibile per l’acquisto di mobili o di grandi elettrodomestici. Il fisco tuttavia impone dei limiti all’utilizzo di tale agevolazione. L’accesso infatti è consentito soltanto a chi ha eseguito un intervento di ristrutturazione edilizia a partire dal 1 gennaio 2020.

La detrazione, per l’anno 2021, si può calcolare su un importo massimo di spesa pari a 16000 euro mentre prima della legge di bilancio l’importo era pari a 10000 euro.

Confronta Annunci